Massimo Roccoli – Vallelunga (Round 6)

//Massimo Roccoli – Vallelunga (Round 6)

Massimo Roccoli – Vallelunga (Round 6)

Si è disputato nel week-end il sesto ed ultimo doppio appuntamento stagionale del Campionato Italiano Velocità Supersport all’autodromo Pietro Taruffi di Vallelunga

GARA 1

L’undicesima e penultima prova del CIV, Campionato Italiano Velocità Supersport, per Massimo Roccoli ed il team Rosso Corsa.

Il sei volte campione italiano nelle qualifiche combinate ha fatto segnare il suo miglior crono in 1’39”810 ed ha ottenuto l’undicesimo posto. Massimo ha quindi preso il via dalla quarta fila nella gara che si è disputata nel pomeriggio sulla distanza di 16 giri. Ottima la partenza di Roccoli che concludeva sesto al primo giro. Nel proseguo della gara teneva un passo costante e veloce, che gli consentiva di rimontare fino alla seconda posizione e lottare per il podio fino alla bandiera a scacchi concludendo la gara in quarta posizione.

 

Gara 11 Vallelunga  1) Stirpe (MV Agusta) – 2) Casadei (Yamaha) – 3) Valtulini  – 4) Roccoli (Yamaha) – 5) Gabellini (Yamaha) – 6) Bussolotti (Yamaha) –  Bernardi (Yamaha)

GARA 2

Dodicesima ed ultima gara del CIV, Campionato Italiano Velocità Supersport, per il team Rosso Corsa. Allo spegnimento del semaforo, Roccoli scattava molto bene dall’undicesima casella, chiudendo il primo giro al nono ed il secondo al quarto posto. Purtroppo nel corso del secondo giro un pilota aveva un problema tecnico e con la moto fumante percorreva oltre mezza pista. Ovviamente i piloti che lo seguivano, tra i quali Roccoli, erano costretti a rallentare e questo ha creato un distaccato incolmabile tra il terzetto di testa e gli altri. Il sei volte campione italiano ha proseguito la gara mantenendo un ritmo molto elevato, ma non ha potuto fare più del quarto posto finale.

Gara 12 – SSP600 Vallelunga

1) Stirpe (MV Agusta) – 2) Valtulini – 3) Gabellini (Yamaha) – 4) Roccoli (Yamaha) – 5) Bussolotti (Yamaha) – 6) Bernardi (Yamaha)

 

Massimo Roccoli: “Sono soddisfatto, la moto era perfetta, ero a posto e potevamo sicuramente salire sul podio. Ieri ho fatto una grande rimonta e speravo oggi di migliorare. Purtroppo a mio personale parere la direzione gara ha commesso un errore, quando un pilota ha percorso con la moto che fumava dalla curva Campagnano fino a quella del Tornantino. Questo ha messo in pericolo ed in difficolta tutti i piloti che lo seguivano, tanto che lui stesso è caduto. In quel settore abbiamo perso circa 3 secondi che hanno compromesso la gara. Fortunatamente siamo riusciti a difendere il secondo posto in campionato.  Ringrazio il team per l’ottimo lavoro svolto e tutti i miei sponsor e sostenitori”

2019-10-06T20:45:15+00:00Ottobre 6th, 2019|CIV 2019|